Elementi aggiuntivi

Pavimento Infinito

La spunta corrispondente alla voce Pavimento infinito, consente in sostanza di aggiungere un piano con coordinata z=0 con dimensioni infinite. La comodità di avere un piano di appoggio delle geometrie è notevole, tuttavia considerando il peso nel calcolo, si suggerisce di sostituire il puano con un poligono di dimensioni finite al fine di velocizzare il rendering.

Colore del Pavimento

Il pavimento infinito, può essere per comodità personalizzato nel colore, impostato per default con un colore bianco.

Impostazioni Sfondo

Le impostazioni dello sfondo, si regolano con i parametri riportati nell’apposita sezione. Attraverso questi parametri è possibile caricare un’immagine di sfondo e regolarne la posizione e la dimensione. Tali parametri sono elencati e descritti di seguito.

Casella Colore: Colore uniforme dello sfondo (disponibile solo con luci artificiali);
Cerca
: caricare un’immagine bitmap come sfondo (disponibile solo con luci artificiali);
Elimina: Elimina la bitmap eventualmente caricata come sfondo;
Ripetizione in X: Aumenta il numero di ripetizioni dello sfondo al fine di definirne anche la dimensione;
Scostamento in X: Spostare in una direzione o l’altra l’immagine di sfondo

Impostazioni IBL

All’interno di Caravaggio, è possibile caricare un’immagine IBL (Image Based Light)  che definisca l’illuminazione globale della scena attraverso il colore dei pixel dell’immagine stessa. Solitamente è consigliabile utilizzare immagini HDRI invece di immagini Bitmap per il semplice fatto che contengono maggiori informazioni sull’illuminazione dell’ambiente. Come per l’immagine di sfondo, è possibile posizionare e regolare i parametri dell’IBL, attraverso l’apposita sezione, che contiene i seguenti parametri.

Casella di Spunta: Attiva L’IBL eventualmente caricata;
Carica
: Carica un’immagine bitmap o HDR come mappa ambientale;
Elimina
: Elimina la bitmap eventualmente caricata come IBL;
Accuratezza IBL
: Numero di campioni generati dall’IBL;
Centro IBL: Posizione del centro della mappa ambientale;
Ripetizione IBL: Numero di ripetizioni della mappa IBL caricata;
Scostamento IBL
: Spostare in una direzione o l’altra l’immagine IBL caricata

Caustiche

Le caustiche in ottica, sono note come l’inviluppo dei raggi luminosi riflessi o rifratti da una superficie o un oggetto curvo, o la proiezione dell’inviluppo di raggi su un’altra superficie.

In sostanza, determinano una concentrazione di raggi luminosi tipico del comportamento dei raggi luminosi focalizzati da lenti o specchi curvi, dando luogo zone molto luminose quando incontrano una superficie. Un esempio classico sono i motivi di luce al fondo delle piscine sono. Le caustiche, vengono prodotte in quel caso dalla rifrazione sulla superficie ondulata dell’acqua.

Per fare in modo che Caravaggio generi le caustiche, è necessario che sia per prima cosa attivata la spunta corrispondente e settare in modo opportuno i parametri relativi, descritti di seguito.

Fotoni: Numero di fotoni impiegati per il calcolo delle caustiche;
Stima
: Stima dei fotoni utilizzati per l’irradiazione in un punto illuminato dalle caustiche;
Raggio: Raggio della sfera di irradiazione corrispondente ad un punto  illuminato dalle caustiche;

Si tenga presente che attivando le caustiche, i tempi di rendering possono aumentare drasticamente, specialmente quuando si aumentano i campioni e la risoluzione della mappa di fotoni.