Cap.10 – L’Editor dei Materiali

L’Editor dei materiali è quella parte dell’interfaccia che consente di creare ed attribuire i materiali ai vari elementi della scena. Al fine di poterne fare un uso proficuo, per prima cosa è necessario imparare a conoscere i vari elementi che lo compongono:

Il menu

è l’elemento dell’editor riportato sulla parte alta della sua interfaccia e consente di effettuare le operazioni seguenti:

Nuovo: Crea un nuovo materiale;
Cancella: Cancella un materiale esistente dopo averlo selezionato;
Refresh: Aggiorna la lista di materiali della scena;
Reset: Elimina ogni eventuale finitura applicata al materiale di base;
Applica: applica il materiale agli oggetti selezionati

L’Anteprima dei Materiali

Effettua un rendering di anteprima di un elemento più leggero della scena come la sfera raffigurata. Tuttavia, l’Anteprima dei materiali svolge un ruolo ben più importante di quello di ricreare l’effetto del materiale prima ancora che venga applicato, essa consente di creare un’icona da applicare al materiale quando questo comparirà nella lista riportata sotto e renderlo così facilmente riconoscibile rispetto agli altri.

Elenco dei Materiali

è quella parte dell’editor, riportata subito sotto l’anteprima dei mateirali, che riporta le principali indicazioni del materiale creato: aspetto e nome. Sarà così possibile ritrovarlo subito in una lista di materiali ed aplicarlo quandn necessario.

Proprietà di Base

sono i parametri riportati in alto a destra dell’interfaccia. Si considerano proprietà di base del materiale, il nome e le proprietà di diffusione della superficie. Quest’ultima costituisce sodtanzialmente il colore di superficie che può essere sostituito con una texture per attribuire al materiale un motivo differente dal normale colore uniforme.

Finiture

immediatamete sotto la proprietà di diffusione, sono riportate una serie di tendine che consentono di attivare o meno le proprietà di finitura superficiale del materiale. Fra queste, tanto per citarne alcune, ci sono delle proprietà che consentono di simulare materiali quali il vetro, gli specchi, la plastica, ecc.

Queste ultime due in particolar modo sono quelle che consentono di definire un materiale nei minimi dettagli e soprattutto sul loro comportamento in relazione alla luce. Data la loro importanza, sono stati quindi dedicati appositamente i due capitoli indicati di seguito, per poter così approfondire l’argomento.

  • cap. 11 – Proprietà di base
  • Cap. 12 – Finiture